Qua la zampa!

Bene cari Replacers!
Archiviata la campagna in favore della Nazionale Italiana Femminile di Lacrosse – trasformata in successo grazie al contributo dei sostenitori tutti e del passaparola – e con le azzurrine finalmente approdate a Nymburk, REPLACE guarda avanti.
Eh si! REPLACE non si ferma mai. Neanche col caldo d’agosto.
E.. udite udite! Abbiamo già pronta la prossima campagna, una campagna in puro stile Crowdfunding Civico!
Vi raccontiamo una storia. In provincia di Reggio Calabria esiste un gruppo di persone dal cuore enorme: Dacci una Zampa Onlus. Volontari che, ogni giorno, si prendono cura di oltre 400 cani. E lo fanno gratuitamente. Da anni portano avanti una lotta serrata al randagismo, recuperano cani dalla strada e li curano, nutrono e fanno di tutto per darli in adozione. Tutto questo offrendo una parte cospicua del proprio tempo e autofinanziandosi. Ma, soprattutto, con l’indispensabile e preziosissimo aiuto di donatori sparsi in tutta Italia, in riconoscimento della preziosa attività svolta. Nonostante il servizio reso alla cittadinanza, la loro è una storia colma di tribolazioni: anni passati senza essere riconosciuti e orfani di un terreno dove svolgere la propria attività. Tribolazioni che hanno dato vita al movimento “Occupy Canile” che ha portato all’occupazione del canile di Mortara di Pellaro (RC) e ha consentito ai volontari di continuare le proprie attività, dimostrando che se è vero che il cane è il migliore amico dell’uomo, anche l’uomo sa essere il migliore amico del cane.
Ma finalmente, dopo anni di sacrifici e difficoltà, possiamo finalmente passare alle belle notizie. Il 30 luglio 2015, presso la sede della Provincia di Reggio Calabria, ha avuto luogo un evento memorabile. La Provincia di Reggio Calabria, rappresentata dal Presidente Raffa e dall’Assessore alla Cultura Lamberti, ha compiuto un gesto immenso: ha dato in concessione un terreno dove far sorgere la prima Oasi Canina calabrese e del Sud Italia. Il momento della firma è stato emozionante: vedere i volontari scoppiare in lacrime ha commosso tutti i presenti, istituzioni e cittadini. La firma ha sancito la fine di un periodo di difficoltà e sacrifici quotidiani e ha aperto la strada ad un futuro diverso per gli amici a 4 zampe. Amici che, da oggi, avranno la certezza di poter avere un terreno tutto loro dove essere accolti, giocare e ricevere le cure necessarie. E non solo! Avranno l’onore di essere i beneficiari di un Progetto rivoluzionario: trasformare il canile tradizionale in un’Oasi Canina, luogo in cui l’accoglienza e la cura dell’animale si migliorano e intrecciano con programmi culturali e sociali per il rinnovamento del rapporto uomo-natura e la rivalutazione del territorio.
E qui entra in gioco REPLACE. “Donato il terreno, ora bisogna costruire”.
Il progetto ci ha subito entusiasmati. I disegni di come verrà costruita l’Oasi (non si tratta di un canile! Non esistono gabbie e ogni cane ha la sua cuccia) e la riqualificazione di un terreno abbandonato e vilipeso da una discarica abusiva ci hanno fatto capire immediatamente l’importanza del progetto. L’Oasi sarà dotata di spazi ampi e puliti, cucce coibentate, servizi veterinari,ampie zone dedicate alla pet terapy e all’interazione di adulti e bambini.
Un terreno abbandonato diventerà un’isola felice per i nostri amici a 4 zampe e per la cittadinanza tutta. In una regione che registra il più alto tasso di randagismo e porzioni di territorio abbandonate all’incuria, un progetto del genere assume un fortissimo valore sociale, culturale e umano.

A prestissimo per i prossimi aggiornamenti e l’avvio della campagna civica!

Bau
Il Team di Replace

Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra: si dona.
(Gustave Flaubert)

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *