Dacci una zampa: chi siamo

Ciao! Siamo i “disperati” volontari di “Dacci una zampa Onlus”, un’associazione animalista fondata ufficialmente nel 2010, ma già attiva da diversi anni nel territorio di Reggio Calabria, una splendida città affacciata sullo stretto di Messina, ma meno splendida per i suoi "invisibili" abitanti canini. Sin da ragazzi “correvamo dietro ai cani”, come cantava De Andrè, per salvarli. Oggi siamo riferimento non solo per tutta la cittadinanza, ma anche per le istituzioni locali che dovrebbero provvedere al servizio. Negli anni, noi volontari - tutti o quasi lavoratori con prole a carico - abbiamo continuato a lavorare indefessamente per la tutela degli animali, lottando contro il randagismo. Grazie ad una rete di contatti di associazioni animaliste estesa a tutta Italia, “Dacci una zampa” promuove l’adozione dei cani abbandonati recuperati sul territorio reggino, per sottrarli ad una vita di randagismo e di stenti. Evento simbolo della nostra storia è stato restituire alla città e ai suoi cani una struttura di proprietà comunale, il canile di Mortara di Pellaro (RC), conclusa nel 2006, inaugurata nel 2008 e mai entrata in funzione, attorno a cui è nato il movimento "Occupy Canile", disobbedienza civile per una giusta causa, che ha portato al recupero di 650 cani e all'adozione di 350, molti dei quali condotti dalle forze dell'ordine e dall'ASP.

Oggi "Dacci una zampa" ha bussato ancora una volta alla porta delle Istituzioni, presentando all’Amministrazione Provinciale un progetto pilota di lotta al randagismo al fine di consentire ai volontari di proseguire questo percorso civile in uno spazio idoneo ove poter realizzare un’oasi Canina “a misura di cane”. I nostri sforzi hanno infine portato alla concessione in comodato d’uso da parte dell’Amministrazione Provinciale di un terreno inutilizzato di ampie dimensioni, ove costruiremo la prima Oasi Canina del Sud Italia, luogo di aggregazione sociale in cui si interseca virtuosamente il rapporto uomo/animale.

Il bene e il progetto

L’obiettivo di questa campagna e’ quello di concorrere a realizzare un’ “Oasi Canina”, dove ospitare i cani già accolti dall’Associazione e dei randagi che saranno rinvenuti sul territorio provinciale. L’oasi canina sorgerà su un’area di 8 mila metri quadrati di terreno di proprietà provinciale, localizzato nella zona di Gallina, circoscrizione del Comune di Reggio Calabria, concesso all’Associazione in comodato d’uso.

Il sopralluogo sul terreno ha rivelato agli occhi dei "disperati" volontari un'immensa discarica abusiva. La sfida diventa ancora più grande: prima un terreno abbandonato e in decadenza, poi un parco rifugio dove tanti cani vivranno senza timori in attesa di una famiglia per la vita. Il tutto con il recupero ambientale del terreno, che potrà rivestire una significativa valenza sociale per il territorio provinciale. Lotta al randagismo, dignità agli animali e rivalutazione sociale e ambientale del territorio.
L’Oasi Canina è concepita come struttura capace di mettere al centro i diritti e i bisogni degli animali. Inoltre dovrà essere anche un ambiente rivolto alla socialità, in cui ogni animale abbia la possibilità di ricevere cibo e cure, di giocare e di interagire con i propri simili e con le persone. In tal senso, prevede il coinvolgimento e la sensibilizzazione della cittadinanza attraverso una gestione “familiare” della struttura, intesa come Oasi aperta al pubblico, centro di accoglienza, riabilitazione e reinserimento, luogo di incontro e di confronto, punto di riferimento che fornisce servizi di qualità non solo per i cani ospitati, ma per la società tutta. Un'isola felice per un rinnovato legame uomo - cane, un luogo per riscoprire il rapporto del cittadino con l'ambiente, l'animale, la natura ed il valore del territorio, con servizi didattici, culturali e di interazione con gli animali per bambini e adulti. Il modello è quello del Parco Culturale Cittadino, aperto ai cani di tutti i cittadini, polo di servizi di cinofilia rivolti alla cittadinanza. Per assicurare una idonea qualità di vita agli ospiti “pelosi”, l’oasi canina dovrà presentare precisi requisiti in termini sia strutturali che gestionali. La struttura sarà progettata con un minimo impatto ambientale e come un parco rifugio che, con riferimento alle aree destinate ai cani, è una rivisitazione del canile “tradizionale” (luogo di detenzione di animali) sia dal punto di vista strutturale sia per quanto concerne gli aspetti di tipo gestionale e di offerta dei servizi.

Vogliamo che l’oasi canina diventi un modello di riferimento per la gestione dei cani abbandonati e un luogo in cui persone ed animali si incontrino, un posto sicuro, sereno e controllato dove le persone possano socializzare anche fra loro e interagire con l'ambiente.
Il Progetto prevede come obiettivo finale la costruzione completa dell'Oasi Canina e la sua messa a regime.
La campagna crowdfunding è stata ideata in accordo con REPLACE, per andare incontro alle esigenze di tutti i sostenitori! Sarà una campagna “All or nothing” fino al raggiungimento dei 10000 euro, soglia minima per l’inizio dei lavori e per il trasporto dei cani dall’attuale “canile” alla nuova Oasi. Ciò vuol dire che se non dovessimo raggiungere questa soglia tutti i contributi verranno restituiti ai sostenitori. Da 10000 euro in poi tutti la campagna si trasformerà in “Take it all” e tutti i contributi andranno alla costruzione dell’Oasi. Abbiamo inoltre deciso di dividere la campagna in soglie. Starà a voi e al vostro cuore sbloccare le differenti sogli con i vostri contributi, raggiungendo i vari target monetari, e perché no, scoprire insieme cosa si potrà realizzare per ogni target.

Tutto questo sarà possibile solo grazie ai vostri contributi!

Per saperne di più:


Per pagamenti tramite bonifico mandare ricevuta di pagamento a info@replacefund.com IT53A0501802800000000212183 - REPLACE

Give us a paw: who we are

Hello! We are the "desperate" volunteers of "Give us a paw Onlus", an animal rights association officially founded in 2010, however active for several years before the official foundation in the territory of Reggio Calabria. Today, we are a point of reference not only for all the citizens, but also for local institutions that take care of the abandoned fluffy friends. Over the years, our volunteers have fought tirelessly for animal rights, trying to diminish as much as possible the phenomenon of stray dogs. Thanks to the animal welfare organization contact network, extended across the country, "Give us a paw" promotes the adoption of abandoned dogs recovered on the territory of Reggio, to save them from life of hardship that being a stray dog brings them. The event is of certain importance to our local history. Its aim is to return to the city and its dogs, a facility owned by the city, the kennel of Mortara di Pellaro (RC), completed in 2006, open in 2008, but that never really gained its full function. This led to the movement "Occupy the Doghouse", a civil disobedience for a right cause, which resulted in the recovery of 650 dogs and adoption of 350 dogs, most of them conducted by the local sanitary agency.

Today "Give us a paw" knocked again at the door of the local institutions, presenting to the Provincial Administration a pilot project to combat the phenomenon of stray dogs, in order to allow the volunteers to continue this path in a space suitable to realize a Canine Oasis. Our efforts have finally led to the concession by the Provincial Administration of a large and unused land, where we will build the first Canine Oasis of Southern Italy.

The good and the project

The goal of this campaign is to contribute to the realization of a “Canine Oasis ", where hosting the dogs already accepted by the Association and the strays that will be found in the local territory. The Canine Oasis will cover an area of 8,000 square meters of land owned by the provincial administration, located in the area of Gallina, district of the city of Reggio Calabria, the Association granted a loan for using it.

The site inspection on the ground revealed a huge illegal dump. This way the challenge became even greater: to create a shelter for numerous dogs that will wait for their adopting family with no fear out of a decaying abandoned land. Moreover, the environmental recovery of the land will play a significant social value for the local territory: fight for animal dignity, and appreciation of the social and environmental area.
The Canine Oasis is conceived as a structure that puts at its center the rights and needs of the animals. In addition, it will also have to be an environment aimed at socializing, where each animal has the ability to receive food and care, play and interact with their peers and with people. This enhances the involvement and awareness of the citizens through a "familiar" management of the structure: an open ‘Oasis’ to the public, a shelter, rehabilitation and reintegration structure, place for meeting and discussion, point of reference that provides quality services not only for dogs housed, but for the whole society. Oasis for the renewed relationship between a man and a dog; a place to rediscover public relationship with the environment, the animals, the nature and the value of the surrounding area, via educational and cultural services as well as interaction with animals for children and adults. The model is Urban Cultural Park open to dogs of all the citizens. The Canine Oasis will have to present precise structural and managerial requirements, to ensure suitable quality of life to our fluffy guests. The structure will be have minimal environmental impact and as a shelter park that, with reference to the designated areas for dogs, is a review of the "traditional" kennel (the place of detention of animals) both from a structural standpoint and as regards to the aspects of managerial and the services offered.

We want the Canine Oasis becomes a reference model for the management of abandoned dogs and a place where people and animals meet each other, a safe, serene and controlled place where people can socialize with each other and interact with the environment.
The final goal of this project the construction and full implementation of the Canine Oasis.
The crowdfunding campaign is designed in accordance with REPLACE, to meet the needs of all its supporters! It will be a campaign "All or nothing", until reaching the 10,000 euro, the minimum threshold to start the construction works and to transport all the dogs from the current "kennel" to the new Oasis. This means that if we do not reach this threshold, all contributions will be returned to the donors. 10,000 Euros on all the campaign will turn into "Take it all" and all the contributions will go to the construction of the Oasis. We also decided to divide the campaign into thresholds. It will be up to you and your heart to unlock different thresholds with your donations, reaching various monetary targets, and why not, to find out together what can be achieved for each target.

All this will be possible only thanks to your contributions!

More info:


For bank transfer payments send proof of payment to info@replacefund.com IT53A0501802800000000212183 - REPLACE

FAQ

Come posso fare una donazione?

Puoi donare direttamente on-line cliccando sul bottone "contribuisci" oppure tramite bonifico intestato a:
REPLACE - IT53A0501802800000000212183.
Presto renderemo disponibile anche il pagamento tramite ricarica postepay.
Per pagamenti tramite bonifico o tramite ricarica postepay è necessario inviare ricevuta di pagamento a info@replacefund.com e fornire un indirizzo mail valido.

Il Canile e l’Oasi Canina sono la stessa cosa??

Assolutamente no! Il canile è un luogo di detenzione dei cani! L’oasi canina è un luogo dignitoso in cui i nostri amici a 4 zampe possono soggiornare in attesa di un‘adozione! Il canile ha delle gabbie, l’oasi canina è aperta e gli spazi sono molto più ampi! L’oasi canina è un luogo in cui trascorrere delle belle giornate con la famiglia, ammirare i nostri amici a 4 zampe, giocare con loro, socializzare con i padroni di altri cuccioli ecc. Il canile…beh il canile è un luogo dove al massimo puoi socializzare col custode!

L’Oasi Canina esiste già?

Assolutamente no! Come è possibile leggere nella descrizione, l’Oasi canina dovrà essere realizzata! I contributi che stiamo faticosamente raccogliendo ogni giorno, e che sono frutto della vostra generosità e del vostro amore, sia per i nostri amici a 4 zampe che per i volontari di “Dacci una zampa Onlus” , serviranno proprio a costruire l’Oasi canina!

La soglia da raggiungere è 10.000 Euro?

Assolutamente no! Questo è un punto che forse non è stato spiegato proprio bene. Facciamo mea culpa! Le campagne Crowdfunding (raccolta fondi online) sono di due tipi: “All or Nothing” = se raggiungi il target prendi i soldi, altrimenti li restituisci ad ogni singolo utente (si usa questa formula per quelle campagne che necessitano di un determinato target per la loro realizzazione) – “Take It All”= tutti i contributi donati vengono comunque versati all’ideatore della campagna anche se non si raggiunge il target economico fissato (si usa questa soluzione per le campagna di beneficenza). Essendo la nostra sia una campagna di beneficenza che un target economico necessario da raggiungere per la realizzazione dell’oasi abbiamo deciso, di comune accordo con i volontari di Dacci Una Zampa Onlus, di unire le due tipologie. Il Target della campagna è di 55.000 euro! Al raggiungimento dei 10.000 euro la campagna si trasformerà nella soluzione “Take It All”. Ciò vuol dire che se, allo scadere dei giorni stabiliti, si sarà raggiunto una cifra inferiore ai 10.000 ( fossero anche 9.999 euro), restituiremo tutti i soldi ai donatori. Se, invece, nei prossimi giorni dovessimo raggiungere i 10.000 euro allora da 10.001 euro in poi tutti i soldi andranno comunque alla Onlus per la realizzazione dell’Oasi. Questo perché 10.000 è la soglia minima per poter trasferire i 150 cani nel nuovo terreno e poter abbandonare definitivamente il canile di Mortara.
Ribadiamo che 10.000 euro non è un punto di arrivo, ma solo un punto di partenza.
Per realizzare l’Oasi servono 55.000 euro! Altrimenti i volontari continueranno a fare una vita “da cani”, non avendo una struttura adeguata!

Ma i cuccioli di cui postate ogni giorno le foto dove sono attualmente?

Al momento gli oltre 150 cani di cui si occupa la Onlus si trovano all’interno del Canile di Mortara. Tralasciando la vicenda storico-giudiziaria (potete leggerla in parte nella descrizione o sulla pagina Facebook di Occupy Canile) vi basti sapere che è un canile che i volontari di “Dacci Una Zampa Onlus” hanno occupato un anno e mezzo fa (da qui Occupy Canile) come gesto di protesta rimettendo a regime e ridando vita ad una struttura abbandonata da 6 anni! Da un anno a questa parte i fantastici volontari di Occupy Canile, già Dacci Una Zampa Onlus, sono riusciti a salvare, curare e nutrire, oltre 550 cani e a farne adottare circa 400. Un lavoro encomiabile e di gran cuore se si pensa che fino ad ora i volontari non hanno ricevuto nessuno contributo statale.
Il sostentamento necessario è arrivato soltanto tramite le donazioni di tantissime persone in tutto il Mondo che hanno a cuore i nostri amici a 4 zampe!

Perché manca poco tempo?

Come ben sapete i volontari della Onlus hanno occupato un canile comunale! L’urgenza è dovuta alla precarietà della situazione in primis – serve un nuovo luogo per questi 150 cani e serve subito, e visto che serve subito tanto vale realizzarlo al meglio no?
Inoltre le condizioni dell’attuale canile non sono agevoli per i cani. Chi ama i cani sa che hanno bisogno di spazi ampi. Il canile non offre questa tipologia di ambienti.
I volontari della Onlus Dacci Una Zampa amano i cani più di loro stessi e vogliono donare a tutti questi cuccioli un ambiente adeguato, ma soprattutto dignitoso, in cui vivere.
L’urgenza sta nel dovere raccogliere una cifra importante e nel doverlo fare al meglio.
Quindi aiutateci e soprattutto condividete il più possibile la nostra campagna!

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.